Come iscriversi

Perché mai ci si dovrebbe iscrivere al CAI?
I motivi potrebbero essere tanti, tutti validi o tutti di poca importanza, a seconda dei diversi punti di vista, ma non bisogna dimenticare che non deve essere solo per mera convenienza personale che uno si iscrivere al CAI; fra gli scopi del Club il principale è la diffusione della conoscenza e della pratica della montagna. Il Club Alpino si rivolge a chi ha passione per la natura e la montagna, condivide con noi il rispetto dell’ambiente, la scoperta della cultura e la solidarietà tra gli uomini. Dal 1863 il Cai è presente in Italia per valorizzare e far conoscere le Alpi e l’Appennino.  Esaminiamo ora alcuni motivi che dovrebbero far iscrivere le persone al CAI: Iscrivendosi alla Sottosezione di Arsago Seprio del CAI si potrà ricevere a casa propria il mensile “Montagne 360” ed il bimestrale “Lo Scarpone” (on line) della Sede Centrale.  Da gennaio 2017 il servizio di geolocalizzazione e invio di richiesta di aiuto tramite smartphone è compreso nella quota associativa annuale CAI. Basta installare la APP “GeoResQ” e registrarsi per tenere traccia della propria escursione e chiedere soccorso alla centrale operativa attiva 24 ore su 24. Altro vantaggio è dato dai prezzi convenzionati, particolarmente vantaggiosi, per alloggiare nei rifugi di proprietà del CAI, anche all’estero, e nell’effettuare acquisti in taluni esercizi commerciali con i quali le sezioni hanno stipulato specifiche convenzioni; si usufruisce anche di un forte sconto sull’acquisto delle pubblicazioni del CAI. Inoltre, nel malaugurato caso dovesse succedere un’incidente mentre si stanno svolgendo le attività istituzionali dell’associazione, si è coperti da un’assicurazione che rimborsa le spese del soccorso, anche all’estero, costo questo che spesso è di non lieve entità nel caso debba intervenire l’elicottero, e contribuisce alle spese mediche, tutto secondo i massimali in vigore.
Si occupa inoltre della tracciatura e della manutenzione della sentieristica nazionale, della gestione e della manutenzione del rifugio in gestione. Da non dimenticare poi che il CAI esercita, su competenza attribuita da specifiche Leggi della Repubblica italiana, il soccorso in montagna tramite il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS). Attività questa importantissima che viene svolta unicamente a livello di volontariato e che ogni anno salva numerose vite umane. Meritevole anche l’attività di difesa e tutela dell’ambiente montano da degrado e speculazione. Notevoli e strategicamente indispensabili sono inoltre le iniziative rivolte ai soci che, con notevole professionalità, le singole Sezioni organizzano durante tutto l’arco dell’anno; attività sociali comprendenti momenti culturali e ricreativi, ecc. Queste attività includono anche svariati momenti di aggregazione fra i soci (feste, cene, pranzi, frequentazione della sede, ecc.), che da sempre risultano graditi ed apprezzati da chi vi partecipa. Pertanto se ci si associa al CAI si sostengono attivamente tutte queste iniziative; è un contributo che chi va regolarmente in montagna non può fare a meno di riconoscere all’associazione che lavora nell’ambito di competenza e che si ripaga ampiamente nel corso dell’anno. Inoltre volete mettere l’orgoglio di poter dire: “Sono socio CAI”!